Al momento stai visualizzando Un classico intramontabile della tradizione, Sua Maestà il Fritto misto alla piemontese

Un classico intramontabile della tradizione, Sua Maestà il Fritto misto alla piemontese

La cucina piemontese è famosa per la sua ricchezza di sapori e l’attenzione ai dettagli, e uno dei piatti più emblematici che incarna questa tradizione è il “Fritto Misto alla Piemontese”. Questo piatto delizioso e croccante ha radici profonde nella cultura gastronomica della regione e rappresenta un’autentica esperienza culinaria.
In questo articolo, esploreremo l’arte di preparare e gustare il fritto misto alla piemontese, scoprendo gli ingredienti chiave, la tecnica di cottura e il suo posto nella cultura gastronomica locale.

Origini e tradizione

Il fritto misto alla piemontese ha origini contadine e si è sviluppato nel corso dei secoli come metodo per utilizzare gli ingredienti disponibili nelle campagne piemontesi. In passato, le frattaglie di agnello, maiale o vitello venivano suddivise tra i membri della famiglia e trasformate in una deliziosa miscela impanata e fritta. Questo rituale culinario era parte integrante delle celebrazioni familiari, con la degustazione che avveniva nel giorno festivo successivo alla macellazione.

Essendo una ricetta di recupero, gli ingredienti potevano variare di volta in volta, ma i punti cardine rimanevano sempre animelle, cervella e fegato.

Col passare del tempo, la preparazione del fritto misto alla piemontese ha subito importanti modifiche. L’abbondanza di varietà di carne disponibile ha trasformato il piatto da una tradizione legata agli avanzi di macellazione a un piatto unico ricco e sfizioso.

Sebbene il fritto misto alla piemontese mantenga il suo carattere di piatto festivo, la sua composizione è notevolmente aumentata nel corso degli anni. Oggi, questo piatto prelibato può essere considerato e servito come un ricco piatto unico, rappresentando una fusione equilibrata di tradizione e innovazione.

Gli ingredienti, la chiave per il successo

Uno degli aspetti distintivi del fritto misto alla piemontese è la varietà di ingredienti utilizzati. 

La ricetta tradizionale, che comprendeva solo avanzi di macellazione di vitello per la parte salata, è stata arricchita nel tempo. Oggi, il fritto misto può includere fino a una trentina di pezzi diversi, tra carni miste di vitello, pollo, coniglio e maiale, pesci d’acqua dolce, frutta, verdura e dolci. Formaggi locali, come la toma piemontese, possono essere abbinati per aggiungere tocco corposo e saporito al mix. Infine, l’aggiunta di elementi come mela, amaretto e semolino fritto, tutti prodotti tipici piemontesi, crea un connubio armonioso tra sapori dolci e salati.

La cottura, un elemento da non sottovalutare

La preparazione del fritto misto richiede maestria nella tecnica di cottura. Gli ingredienti sono accuratamente tagliati e immersi nella pastella prima di essere fritti in olio bollente. La temperatura dell’olio è cruciale per garantire una croccantezza uniforme senza compromettere la succosità degli ingredienti. La maestria di cuochi esperti si riflette nella capacità di ottenere un fritto dorato e fragrante, ma non unto.

La presentazione: è anche questione di immagine

Il fritto misto alla piemontese è spesso servito con contorni leggeri, solitamente di verdure, come le classiche carote, che possono essere bollite o saltate in padella, oppure della semplice insalata e qualche fettina di limone. Per i più audaci, proponiamo anche un abbinamento con bagnetto verde rigorosamente battuto a coltello.

La presentazione gioca un ruolo importante, e la creatività la fa da padrona: spesso gli ingredienti vengono disposti in modo artistico, per creare un’esperienza visiva accattivante che rispecchi l’abbinamento articolato di questo piatto. L’obiettivo è coinvolgere tutti i sensi, offrendo non solo un gusto straordinario ma anche un piacere estetico.

Il fritto misto alla piemontese è una gemma culinaria che cattura l’anima della tradizione gastronomica della regione. Con la sua varietà di ingredienti, la tecnica di cottura impeccabile e la presentazione seducente, questo piatto si distingue come un’esperienza culinaria completa. Assaporare il fritto misto alla piemontese significa immergersi nelle radici storiche e culturali della regione, un viaggio gustativo che lascia un’impronta indelebile nella memoria gastronomica.

Questo piatto è dunque molto più di una semplice delizia culinaria: rappresenta la convivialità e la generosità tipiche della cucina piemontese. 

Ti è venuta fame? Allora prenota subito il tuo tavolo chiamando lo 0119606274.